Maria Teresa Sica

Ironica Soluzione dell’Utopia

Guardiamoci intorno, chi è che ci sta rimettendo in questa situazione che ormai va avanti da un anno?

I commercianti sono la categoria più colpita, anche perché a fronte di una impossibilità di effettuare il proprio lavoro ci sono anche spese non trascurabili, tra tutte quelle inerenti il mantenimento del locale non utilizzabile.

E allora?

Un anno di esperienza cosa ha insegnato?

Alla fine si può vendere anche online, come molti grandi brand fanno da anni, e come i piccoli commercianti, corda al collo, stanno provando a sperimentare, e se anche le persone non possono girovagare guardandosi intorno per essere stimolati da un articolo… beh, allora perché non crearsi una vetrina online per sempre? Sicuramente più economica di quel locale!

Alla fine è tutta una questione di esperienza, esperienza e organizzazione! Perché poi se le persone sanno come funziona la cosa, invece di girare a vuoto, anche loro, si possono recare nel negozio online e via.

È una questione di… apertura mentale, di adattamento. E vuoi che quest’esperienza, alla fine, non possa portare a qualche costruttivo stravolgimento perenne?

E poi che cosa se ne farà di tutti quei locali inutilizzati?

Mah… in molte città c’è una carenza grande e indispensabile: mancano parcheggi!!

E allora… non vogliono che le attività commerciali funzionino come hanno sempre fatto? Bene, ci si può adattare, creare un muovo modus vivendi, si può cambiare, modificare le proprie abitudini, organizzarsi! Alla fine l’adattamento non è indice di intelligenza?

Chissà che uno stravolgimento del genere possa portare migliorie nella vita di molti.

Mts©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *